A metà ottobre, a Roma, si riuniranno azienda e sindacati per trovare un accordo sul futuro della Compagnia, che sta vivendo un periodo drammatico. Le linee per il nord Africa non sono bastate (nonostante siano tutt’ora linee forti dove le prenotazioni continuano).

Così la Compagnia si ritrova ad avere quattro navi in vendita e altre due da noleggiare a scafo nudo. E sembra essere solo l’inizio di un imponente ridimensionamento della flotta e dell’idea iniziale: una “flotta da crociera” al servizio della Sardegna e della Sicilia.
Il sindacato ha inviato una lettera ai dipendenti facendo presente che sono più di 500 le persone che potrebbero perdere il lavoro.

4 Comments

  1. 11 Ottobre 2012 at 19:21

    a mio parere il problema è un lento e inesorabile calo turistico dovuto ad un lento ma continuo impoverimento della classe media italiana unito a cambiamenti culturali che hanno avvicinato l'estero. Tutto il comparto turistico dell'Italia mare scricchiola. In due persone si spende meno per una settimana a Sharm allinclusive che per un traghetto a/r per la Sardegna. In Italia abbiamo costi di produzione dei servizi spropositati in gran parte dovuti alla tassazione… costo del lavoro e in questo caso del carburante. Forse traghetti sempre più grossi (con tanto personale) belli e veloci (con consumi enormi) tendenza degli ultimi 15 anni, sono da ripensare?

  2. Anonymous
    5 Ottobre 2012 at 10:36

    Erano altri tempi, la Sardegna aveva il suo boom, i soldi da spendere non mancavano…
    Oggi di soldi ce ne sono pochi ma soprattutto la concorrenza delle compagnie di volo low cost e le mete tipo egitto o spagna hanno reso la sardegna una meta molto cara…

    Marco

  3. 4 Ottobre 2012 at 09:04

    E' vero, Marco. Eppure pensa che nei periodi “d'oro” erano in crescita tutte e 4 (con le riserve del caso per Tirrenia). Ogni tipologia di passeggero poteva scegliere la Compagnia che più gli si addiceva.

  4. Anonymous
    3 Ottobre 2012 at 19:10

    Obiettivamente 4 compagnie per gestire il flusso di turisti per la sardegna e la concorrenza degli aerei erano davvero troppe…

    Marco

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The Author

Federico Manera

Federico Manera

Sono nato nel 1988 nella provincia di Torino. Appassionato di navi fin dai primi anni di vita, dal 2009 ho deciso di condividere con il popolo del web il mio interesse, costruendo giorno dopo giorno un sito che possa essere utile a chi decide di navigare, per vacanza, per lavoro o per passione. Mi sono occupato per molti anni della creazione di contenuti multimediali (video, web e grafica). Oggi lavoro nel turismo.