RECENSIONI CROCIERE

Norwegian Jade – Recensione crociera Freestyle

Gerry mi invia il suo reportage e le sue foto della crociera che ha fatto a bordo della Norwegian Jade.
Una compagnia “nuova”, doversa in molti aspetti… E che promette una crociera all’insegna della libertà. Scopriamo se è davvero così…

480650_386009938182368_10916069_n

Sono appena rientrato da una crociera con la Norwegian Jade.
Devo essere sincero, all’atto della prenotazione avevo molti dubbi e perplessità perchè sono abituato a viaggiare con MSC e Costa, ma l’offerta era buona, 453 euro per un’interna garantita (che si è poi rivelata essere una bella esterna con finestra grazie all’upgrade).

La lingua ufficiale su questa nave è l’inglese e la moneta usata il dollaro.

Ho prenotato con Crocierissime.it, e devo dire che tutti i ragazzi sono sempre stati di estrema gentilezza e disponibilità.

Dico subito che la nave non ha l’eleganza e la raffinatezza delle navi di MSC; ha dei colori molto accesi e delle moquettes coloratissime con tantissime stampe ovunque…
Ho saputo del perchè di questi arredamenti: la nave era nata con il nome Pride of Hawai ed era originariamente destinata esclusivamente a quel mercato.
Una volta a bordo, lasciando perdere paragoni, è stato subito tutto molto bello ed accogliente… una novità da scoprire.

Imbarco a venezia: è stato molto veloce e tutte le assistenti parlavano anche l’italiano. Una cosa intelligente è che già alla consegna della carta di credito mi hanno fatto firmare l’autorizzazione al prelievo, cosi che allo sbarco, dopo aver controllato il conto, non è stato più necessario fare alcuna fila alla hall per saldare.
Varcata la passerella siamo stati accolti con tanta gentilezza e a suon di musica da tre musicisti che suonavano melodie italiane. Questo accadeva ad ogni imbarco e sbarco, ad ogni tappa! Per me una novità molto piacevole.

Cabina molto bella e funzionale. Il bagno era diviso a “zone” da vetri e la pulizia maniacale.
Unica pecca: non avere il balcone, anche perchè nelle altre crociere l’ho sempre avuto.

Su questa nave vige quello che la Norwegian chiama Freestyle, ovvero una grande libertà in tutto: accedere ad ogni ristorante senza prenotazione, senza tavoli numerati e turni fissi, senza limiti di orario.
Non esistono dress code, e il buffet è aperto dalle 6.30 alle 23 con chiusure alternate ad altri buffet e bar sparsi per la nave, per ovvi motivi di pulizia e preparazione. I ristoranti di cui si può usufruire con il solo biglietto crociera (quindi non a pagamento) sono ben 3: -l’Alizar (al centro nave)
-il Gran Pacific (a poppa)
-il Garden Cafè (a centro nave)
Ci sono poi altri 8 ristoranti a pagamento con cucine di varie nazionalità, tra i quali anche il papa’s con cucina italiana. I prezzi variano dai 15 ai 25 dollari.
Le bibite a bordo sono abbastanza care: pensate che un litro di acqua costa 4$.

Per fortuna in tutta la nave (ristoranti compresi) ci sono i dispenser con acqua, the e succhi di frutta.
C’è poi la possibilità di comprare diversi tipi di pacchetti bibite..io ho comprato quello succhi di frutta e bibite gasate a 76 dollari la settimana.
Ogni giorno nella crociera c’erano buffet ovunque: in piscina, nei bar e anche al casino dopo la mezzanotte. Insomma solo l’imbarazzo della scelta e sopratutto senza nessun vincolo di orari ed abbigliamento.
Il cibo ottimo e abbondante con una vastissima scelta; c’era anche l’angolo della pasta fatta e condita sul momento! I dolci e la frutta superlativi e… dulcis in fundo, nel buffet c’erano distributori self service di ottimo gelato.

Il personale è di ogni nazionalità, americani, finlandesi, jamaicani… poi quei simpaticissimi ragazzi che troviamo anche sulle nostre navi, filippini, peruviani, indonesiani.. tutti gentilissimi, sempre con il sorriso. Dal Comandante (finlandese) che vedevi al bar a prendersi il caffè con gli ospiti, all’ultimo ragazzo delle pulizie.
Non una persona ell’equipaggio che non mi chiedesse come io stessi..una cosa veramente piacevole. Questo sicuramente succede anche sulle nostre navi ma sulla Norwegian mi è rimasto più impresso. Mi ricordo ad esempio l’arroganza che ho trovato su Costa Pacifica (qui l’esperienza e le foto di quella crociera) da parte di alcuni dirigenti…

Gli spettacoli a teatro sono stati bellissimi, unica pecca è che erano in inglese ma….vedere costumi, ballare e sentire musica per me e’ stato bello e piacevole lo stesso.

Sul day journal la prima cosa che leggevi era “la salute prima di tutto” e ti invitavano ad avvisare ad un numero telefonico se avevi qualche strano sintomo. Dispenser ovunque di disinfettante per le mani e addirittura una persona con spruzzino igienizzante che ti disinfettava le mani ad ogni imbarco di tappa.

L’animazione buona, non assillante, c’erano una dozzina di ragazzi/e tra i quali un simpaticissimo napoletano. Soliti spettacoli in piscina, bingo, scuola di danza e c’era una bravissima cantante americana che il pomeriggio cantava accompagnata da un orchestrina ai bordi della piscina.
I teli piscina li ho trovati in cabina e si potevano cambiare ad un apposito luogo… se li si perdeva, però, costava 25 dollari.

E’ permesso fumare in alcune zone ma c’è molta rigidità se lo fai dove non è permesso e… se fumi in cabina i rilevatori lo segnalavano e ti viene addebitata una multa di 250 dollari…

Molta organizzazione quando siamo scesi con le lance… nessuna fila. Si prende un numero e stando comodamente seduto ad un bar o in cabina si aspetta l’annuncio di chiamata (lo si può anche seguire sulla tv!).

Anche per lo sbarco finale a Venezia non ci sono orari obbligati. La sera prima, alla hall in una bacheca, ci sono le etichette di ogni colore con relativo orario di sbarco.. e si può scegliere quando sbarcare, dalle 8 alle 10..
Le valigie invece vanno lasciate fuori dalla cabina entro le 23 della sera precedente al giorno dello sbarco.

Ho trovato molto positivo il fatto che le soste della nave non sono mai state di meno di 8 ore… questo ha permesso di godersi le escursioni e i luoghi visitati.

Per quanto riguarda la lingua, c’era un assidua assistenza alla hall (bravissima la simpaticissima ragazza di Venezia) e ogni sera, sul day journal, naturalmente in italiano, veniva indicato il nome e il recapito telefonico della persona che si occupava dell’assistenza italiana la giornata successiva.

Chiunque si è fatto in 4 per aiutare… veramente meravigliosi!

Sicuramente questa non è una nave adatta per chi ama le serate di gala, le serate con il comandante e tante altre cose più classiche…
…ma io sinceramente ne ho fatto ben volentieri a meno.

Sulla Norwegian però fanno delle feste a tema nei diversi bar, che annunciano giornalmente sul day journal.

Grande attenzione anche per i bambini con bellissimi locali dedicati a loro.

Il servizio internet è molto caro: 0,80$/min. 5 dollar 10 minuti.

Grandissima la discoteca e bellissima musica.

C’è anche una cappella per il raccoglimento ma non vi è nessun simbolo, grande rispetto per ogni credo.

Al ponte 12 fornitissimo centro fitness e bellissima spa.

Due grandi piscine, 8 idromassaggi e un altissimo scivolo… una piscina coperta ma esclusiva per le suite.

Per concludere è stata una bellissima esperienza che sicuramente rifarei, sopratutto per la grandissima libertà e l’atmosfera internazionale che si vive. Penso che nella mia prossima crociera, ad ottobre (su MSC Divina), questo mi mancherà molto.

Mi sono pentito di non aver preso la cabina con balcone, mi è mancata, ma per il resto, tutto da rifare. Questa la mia esperienza sulla Norwegian Jade.

Reportage scritto e foto di Gerry

SE VUOI SCRIVERE UNA RECENSIONE DI CROCIERA CLICCA QUI!

4 Comments

  1. gerry
    29 Maggio 2013 at 12:36

    Federico ci sto pensando..

  2. 28 Maggio 2013 at 16:30

    Gerry magari la Oasis of the Seas, nel 2014! 🙂

  3. gerry
    24 Maggio 2013 at 12:55

    Giovanni ciao , che piacere ritrovarti,che peccato non sapevo che eri a bordo.. Si e’ stata un’esperienza molto positiva almeno fuori dagli soliti schemi.. .. Ora ad ottobre parto con la Divina ma l’anno prossimo voglio spaziare e…conoscere altre realta’

  4. Giovanni
    24 Maggio 2013 at 12:34

    e pensare quel giorno mentre imbarcavi io la stavo visitando, confermo tutto il tuo resoconto, una nave che merita,anche se siamo abituati a viaggiare con altre tipologie di nave. complimenti ancora giovanniship/venezia

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The Author

Recensioni Crociere

Recensioni Crociere

INVIA la tua recensione al link:
www.videonavi.it/sito/scrivere-recensione-crociera/

Le recensioni e le opinioni di crociera inviate dai lettori di Videonavi.