Le-ultime-dalla-Turchia3Ancora tensione in Turchia nel sesto giorno di proteste di piazza contro il governo di Recep Tayyip Erdogan. E’ salito a 3 il numero dei morti per gli scontri di questi giorni tra manifestanti e polizia. Il numero delle vittime continua a salire e molti problemi si verificano anche a Izmir.
A fronte di questo, Costa Crociere ha deciso di “cambiare rotta” sostituendo Istanbul e Izmir con KUSADASI e PIREO (Atene).
MSC Divina, invece, non ha ritenuto di dover cambiare itinerario e questa mattina è giunta come da programma ad Istanbul.

La trovo una scelta discutibile quella di MSC… Cosa possono fare gli ospiti che si trovano a dover scendere ad Istanbul?!

Molto meglio la decisione di Costa, a parer mio…

14 Comments

  1. Antonio
    30 Giugno 2013 at 23:23

    Ciao, anch’io ero sulla Fascinosa il 16 giugno; ti faccio presente che a Dubrovnik ho incrociato dei passeggeri della MSC che facevano il nostro stesso giro che ci hanno detto che loro sono andati verso Istambul, ma la MSC non ha attraccato nel porto, ha tirato giù l’ancora e si è fermata per nove ore in mezzo al mare…..se poi vuoi un consiglio su una crociera di maggior qualitá….prova Costa Victoria….un mondo diverso! Ciao, Antonio

  2. Anonimo
    28 Giugno 2013 at 22:43

    sono pienamente daccordo con tutto, ma secondo voi si riesce ad avere un risarcimento per quanto accaduto? fatemi sapere sul mio indirizzo di posta perche’ nel forum, non riesco mai a trovare le risposte, mi risulta abbastanza difficile ;
    la mia mail e’ lorybry@hotmail,it. Voi cosa fate o avete gia’ fatto?
    grazie, aspetto notizie

  3. giorgio
    28 Giugno 2013 at 13:52

    Racconto, se puo’ essere utile, la mia esperienza sulla Costa Fascinosa dal 17 al 24 giugno 2013:

    1)mi sono fatto cambiare tavolo al ristorante per quanto faceva freddo, dopo il cambio cenavamo “solo” con i maglioni.
    2)personale alla reception tutt’altro che cortese
    3)cibo al ristorante scarso e neanche buono (la pasta arrivava regolarmente scotta e incollata)
    4)si fuma nei luoghi comuni e di passaggio
    5)le escursioni, oltre che care, sono talvolta mal organizzate ma quel che trovo piu’ indecente e’ che le guide ti portino in posti di loro “amici” che provano a venderti qualcosa (mi era capitato l’anno scorso a Casablanca con un’ erboristeria in un palazzo scalcinato e con ospiti chiusi piu’ di un’ora dentro una stanza) e quest’anno con una fabbrica di tappeti laddove i venditori diventavano sempre piu’ incalzanti
    6)lettini in piscina sempre occupati solo da asciugamani e nessuno che si peritava di garantire che vi fosse un minimo di rotazione
    7)self service con file chilometriche, tavoli sempre occupati e nessuno che li sgomberasse, quindi ci si sedeva e si conviveva anche per tutto il pasto con i piatti sporchi.
    8)lo scivolo della piscina era quasi sempre chiuso
    9)gli idromassaggi seppur vietati agli under 16 erano sempre pieni di bambini
    10) ciliegina sulla torta, il giorno prima e dopo che per tutto il periodo erano state vendute le relative escursioni, sono stati annullati gli scali di Izmir ed Istambul, mentre altre compagnie hanno regolarmente attraccato – il bello e’ che hanno organizzato un’escursione ad Atene in mezzo ai tumulti….-ho trovato quasi offensivo che per compensare il cambio di destinazioni abbiano fatto trovare un buoni in cabina di euro 100 sulla prossima crociera, primo perche’ casomai dovevano darmeli subito (magari in consumazioni ma subito) secondo perche’ senza Izmir ed Istambul, almeno io personalmente non sarei proprio partito e comunque con Atene e Marmaris la crociera si e’ decisamente “svalutata”, terzo perche’ non partiro’ mai piu’ con loro, saro’ magari stato sfortunato ma troppi episodi sono accaduti e non riesco a condividere l’opinione di chi parla di “eccellenza italiana”

  4. Adriano
    26 Giugno 2013 at 23:46

    Anch’io, con moglie e figlio, eravamo sulla Fascinosa del 16 giugno da Venezia.
    Lo scorso anno avevamo fatto una crociera simile, ma quest’anno avevamo scelto questa proprio per visitare Izmir ed Istanbul.
    Non aver potuto visitarle è stata per noi grossa delusione e senti dentro un sentimento di impotenza . Sentirsi presi in giro e dover anche “festeggiare” quasi fosse il viaggio della vita.
    Sono d’accordo con chi ha notato un calo qualitativo nell’organizzazione (già da Venezia, un caos generale) nei servizi e nell’alimentazione.
    Anch’io intraprenderò un’azione legale, con la fatica che si fa a racimolare il costo per una vacanza del genere… Spero ci venga data la possibilità di rifarla il prossimo anno, con una sensibile riduzione sul prezzo, magari assieme a tanti di quelli che erano con noi la scorsa settimana!
    Per i croceristi della settimana prima di noi e di quella dopo di noi le mete non sono state toccate…Un caro saluto a tutti gli “sfigati” come noi!

  5. Gabriele
    26 Giugno 2013 at 11:36

    ?

  6. Gabriele
    26 Giugno 2013 at 11:34

    Ok… mi hai quasi convinto… Cosa fai? Gli fai causa? E in tal caso non sarà necessario dimostrare che la decisione di cambiare rotta era già stata ppresa prima di partire

  7. ROBERTO
    25 Giugno 2013 at 00:18

    Ero anch’io sulla nave Fascinosa dal 16 al 23 giugno
    e contesto la violazione degli obblighi contrattuali di buona fede e correttezza che avrebbero imposto da parte di Costa anche prima della partenza, l’obbligo informativo dell’instabile situazione politica della Turchia e della possibilità di una variazione del tragitto marittimo :
    in tale caso il consumatore avrebbe potuto scegliere se rinunciare alla crociera o correre il rischio di non visitare Istanbul e Smirne.
    Contesto inadempimento contrattuale per non aver raggiunto i porti di Istanbul e Smirne e chiedo risarcimento danni a Costa.

  8. Gabriele
    24 Giugno 2013 at 10:17

    Cara Anna
    capisco la tua delusione e la tua rabbia ma ho dei dubbi sulla utilità di intraprendere una class action (al comandante della nave la legge conferisce un potere enorme) . Ero anche io sulla nave e ti posso garantire che provo gli stessi sentimenti. Ero in crociera con mia moglie i miei due figli ed i miei genitori. Per la mia famiglia era la prima crociera mentre per i miei genitori era la sesta con Costa. Tutti comunque, sia pur non volendo considerare il cambio di rotta comunicato al rientro da olimpia anche se deciso molto prima (diversi sono gli elementi che ci hanno convinto di ciò), siamo concordi sul fatto che la compagnia goda di una reputazione che non merita più (qualità del cibo e rigidità dell’ organizzazione i più grossi minus riscontrati).
    Credo che la cosa migliore sia semplicemente far sentire la nostra voce di consumatori (cosa in cui il web è di grande aiuto) e non servirsi più di Costa! Se tutti avessimo così nel giro di pochi anni forse mesi Costa dovrebbe cambiare atteggiamento. Altro che buono sconto da 100 euro per la prossima crociera (personalmente dopo questa esperienza credo che mi imbarcherei di nuovo con Costa solo se mi restituissero il 25% dei soldi che gli ho dato o mi scrissero uno sconto del 50% su una nuova crociera a mia scelta)!
    COSTAA… NON SIAMO POLLI DA SPENNARE!

  9. Anonimo
    23 Giugno 2013 at 16:54

    Anna , c ero anche io , delusione , mia prima crociera mai più

  10. 23 Giugno 2013 at 10:36

    Crociera del 16 giugno 2013 Costa ha deciso anche questa settimana di cambiare itinerario avvertendo i clienti all’ultimo momento (il giorno prima dell’arrivo a Izmir). Atteggiamento in mala fede e discutibile. Sono 11 anni che faccio crociere con Costa e questa volta mi sono sentita presa in giro. Si sono comportati da buffoni e non ci hanno dato la possibilità di scegliere. Senza contare che altre compagnie di tutto rispetto come Msc hanno mantenuto l’itinerario invariato. Stiamo valutando di fare una class action. Come contentìno ci hanno rifilato un buono sconto di eur 100 da usare in una prossima crociera! Ci prendono per cretini secondo me.

  11. 5 Giugno 2013 at 15:06

    io concordo con MSC. Si puo’ infatti ipotizzare che i passeggeri non siano cosi’ stupidi da infilarsi in una manifestazione, e in genere, per quanto grandi, le manifestazioni interessano una piccola parte delle citta’ (ricordo quelle a Milano negli anni ‘di piombo’ per esempio).

  12. Silvio
    5 Giugno 2013 at 14:35

    Speriamo si risolvano questi problemi perchè tra un mese parto anche io.. e ho prenotato solo per istanbul!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The Author

Admin Videonavi

Admin Videonavi

Sono nato nel 1988 nella provincia di Torino. Appassionato di navi fin dai primi anni di vita, dal 2009 ho deciso di condividere con il popolo del web il mio interesse, costruendo giorno dopo giorno un sito che possa essere utile a chi decide di navigare, per vacanza, per lavoro o per passione. Mi sono occupato per molti anni della creazione di contenuti multimediali (video, web e grafica). Oggi lavoro nel turismo.