CROCIERENOTIZIE

L’evoluzione di un progetto: la nuova Carnival Vista

Come vi abbiamo detto nell’articolo del 14 ottobre, nel 2016 la compagnia di crociere “Carnival Cruises” si aggiudicherà una nuova nave col nome di “Carnival Vista” che diventerà la nuova ammiraglia della flotta. La nuova Carnival Vista a prima “vista” sembrerebbe un’altra sorella delle già conosciute Costa Diadema, Carnival Breeze, Carnival Magic e Carnival Dream, ma non è così! La Carnival Vista, ordinata a Fincantieri nel 2012 sarà costruita sulla vecchia impronta della classe Dream ma con diverse modifiche per garantire alla nave ulteriori spazi, stabilità, idrodinamicità e prestazioni.
La Carnival Vista nascerà con l’intento di migliorare la vita a bordo dei passeggeri e dell’equipaggio rispetto alle navi gemelle già esistenti della classe Dream poiché quest’ultima si è rivelata un vero e proprio flop dal punto di vista tecnico e strutturale: scarsa manovrabilità e stabilità; nulla a che vedere con il successo avuto per la disposizione degli spazi a bordo e per la sua silhouette.
carnival vista ristoranti
Gli accorgimenti e i miglioramenti visibili  che nasceranno insieme alla nave saranno soprattutto l’allungamento della poppa in stile “gozzo” e la rivoluzione stilistica e dinamica della prua: molto più allungata e più sottile. Questi due accorgimenti (soprattutto la poppa) garantiranno alla nave una stabilità maggiore in caso di mare mosso poiché  aumenteranno l’area della figura di galleggiamento riducendo di conseguenza i movimenti di rollio e beccheggio dell’intera nave. A causa dell’allungamento della poppa rispetto alla classe precedente di ben 15 metri, saranno spostate più a prua le pinne stabilizzatrici laterali, che si situeranno tra la parte maestra della nave e i masconi di prua, garantendo più confort durante la navigazione a coloro che non amano particolarmente il pernottamento in mare.
Dal punto di vista propulsivo la nave adotterà due propulsori di tipo Azipod, che rimpiazzeranno le vecchie due eliche a pale orientabili mono direzionali e le due eliche di manovra laterali situate a poppa. Il sistema Azipod è un sistema innovativo di “elica timone” adottato negli ultimi anni su navi da crociera di grandi dimensioni che garantisce ulteriore manovrabilità grazie alla rotazione dell’elica a 360° sul suo asse verticale facendo guadagnare alla nave minor tempo e area di manovra in porto.

Carnival vista azipod
Il volume della nave sarà portato a 133’500 tonnellate di stazza, 1000 in più rispetto alla sua antenata classe Dream, fornendo molti più spazi interni sia per i passeggeri sia per l’equipaggio; l’altezza rimarrà invariata, resterà di 69mt dalla linea di galleggiamento, come rimarrà invariato il pescaggio di 8,3mt. Resterà invariato anche il cuore della nave, che continuerà a battere attraverso i sei diesel generatori Wärtsilä 12V46 da 75’600kW di potenza fornendo elettricità ai motori elettrici dei propulsori e alle utenze dei passeggeri.
Non ci resterà che andare a fare una crociera a bordo della Carnival Vista per poter confermare i miglioramenti che sono stati applicati alla nuova Regina dei mari!

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The Author

Recensioni Crociere

Recensioni Crociere

INVIA la tua recensione al link:
www.videonavi.it/sito/scrivere-recensione-crociera/

Le recensioni e le opinioni di crociera inviate dai lettori di Videonavi.