La nave Pride of America di Norwegian Cruise Line, che batte bandiera statunitense, ha fatto ritorno al suo porto di base di Honolulu sabato 26 marzo, quasi completamente rinnovata dopo tre settimane e mezzo in cantiere. In gran parte della nave sono stati apportati considerevoli miglioramenti, tra cui il rinnovo del design degli spazi pubblici e delle decorazioni delle cabine e l’aggiunta di nuove strutture. L’estesa ristrutturazione della Pride of America rientra nel programma The Norwegian EdgeTM, un investimento del valore di 400 milioni di dollari che definisce un nuovo standard di eccellenza per il marchio Norwegian racchiudendo l’intera esperienza dei clienti.

“Quando gli ospiti saliranno a bordo della nuova Pride of America rimarranno stupiti dall’entità delle modifiche apportate”, ha dichiarato Andy Stuart, Presidente e Chief Operating Officer di Norwegian Cruise Line. “Non si tratta solo di una mano di vernice e di nuove tende. La Pride of America è una nave essenzialmente nuova e l’unica a offrire questo innovativo ed esclusivo modo di vivere le isole Hawaii, con 100 ore di soste in porto”.
Molti delle aree comuni di Pride of America, oltre a numerosi ristoranti, bar e lounge della nave, sono stati completamente ristrutturati e hanno acquisito un look moderno e di tendenza, con decorazioni e arredi contemporanei e miglioramenti ai sistemi di illuminazione e alla pavimentazione. Il rinnovo ha coinvolto anche tutte le cabine della Pride of America, che sono ora dotate di letti, arredi, televisori a schermo piatto e pavimenti completamente nuovi.

Pride of America 2016 cabin

La Pride of America offre ora agli ospiti non solo spazi trasformati, ma anche strutture moderne quali la Soho Art Gallery, che espone e vende opere d’arte originali; il Perspectives Photo Studio, un’area in cui fotografi professionisti consentono a coppie, famiglie e amici di immortalare i ricordi delle proprie vacanze; e Dolce Gelato, la gelateria esclusiva di Norwegian. Chi desidera celebrare il proprio matrimonio in uno degli incantevoli scali previsti dalla crociera può coronare questo sogno nella cappella della nave, ora situata sul ponte 6 e dotata di pavimenti, decorazioni e arredi nuovissimi.
Nell’ambito della ristrutturazione, è stato modificato anche il ponte della piscina che ora offre agli ospiti un’atmosfera più raffinata, grazie alla piscina rinnovata, ai nuovi lettini e alle vasche idromassaggio.

Pride of America 2016 pool
Gli ospiti alla ricerca di calma e tranquillità possono trovarle nel Conservatory, caratterizzato da pavimentazione, decorazioni e arredi completamente nuovi, nella biblioteca e nelle sale da gioco, anch’esse rinnovate e ora dotate di sei postazioni per assicurare l’accesso a Internet a coloro che preferiscono lasciare a casa i propri dispositivi personali. Il relax è il vero protagonista della The Mandara Spa, ampliata e rinnovata per poter offrire agli ospiti ulteriori sale per trattamenti, quali massaggi viso e corpo, e molti altri servizi. La spa è stata decorata in stile messicano, con colori neutri e delicati ed elementi naturali come pietre e legno, per creare un ambiente tranquillo e rilassante.
I miglioramenti apportati alla Pride of America includono un rinnovo completo delle strutture per la ristorazione, soprattutto per quanto riguarda Skyline, il ristorante principale della nave. La trasformazione ha riguardato le decorazioni, l’ingresso, la moquette, i rivestimenti, le tende e le colonne che contraddistinguono il locale. La Cucina, l’esclusivo ristorante italiano di Norwegian, è ora un locale intimo ed elegante, dove gli ospiti possono gustare tutti i sapori della cucina tradizionale italiana. Le modifiche hanno coinvolto anche i ristoranti di specialità della nave, quali East Meets West, Cagney’s Steakhouse e Jefferson’s Bistro, caratterizzati da un look moderno messo in risalto da pavimenti, arredi, opere d’arte, tende e punti luce completamente rinnovati.

Pride of America 2016 cafe
L’operazione di rinnovo della Pride of America ha coinvolto non solo le strutture, ma anche i menu di tutti i ristoranti della nave, per garantire agli ospiti un livello ancora più elevato di libertà e flessibilità
grazie alla disponibilità di proposte aggiuntive e piatti à la carte a pagamento anche nelle sale con servizio gratuito e nei ristoranti di specialità. Ispirati al successo ottenuto dai nuovi menu presentati a bordo della Norwegian Escape, la più recente delle navi Norwegian, i menu della Pride of America offrono ora una maggiore varietà e sono stati elaborati dal team degli chef Norwegian prestando particolare attenzione a raggiungere un equilibrio ottimale tra i piatti tradizionali più apprezzati, quali costolette, bistecche di manzo, carré di agnello ed escargot e le specialità di maggiore tendenza così come le aspettative più elevate degli ospiti.

Pride of America 2016 theatre

Pride of America è l’unica nave che parte tutto l’anno da Honolulu per crociere da sette notti tra le isole Hawaii. Questo itinerario esclusivo offre 100 ore circa di soste in porto e visite alle isole principali dell’arcipelago, incluso un pernottamento a Kahului (Maui), un pernottamento a Nãwiliwili (Kaua`i), scali a Hilo e Kona (Hawaii) e una navigazione pomeridiana lungo la spettacolare costa di Nãpali.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The Author

Federico Manera

Federico Manera

Sono nato nel 1988 nella provincia di Torino. Appassionato di navi fin dai primi anni di vita, dal 2009 ho deciso di condividere con il popolo del web il mio interesse, costruendo giorno dopo giorno un sito che possa essere utile a chi decide di navigare, per vacanza, per lavoro o per passione. Mi sono occupato per molti anni della creazione di contenuti multimediali (video, web e grafica). Oggi lavoro nel turismo.