Recensione inviata da Federico N., intinerario Italia, Malta, Spagna e Francia, Marzo 2017.

Tutto ha inizio il domenica 26 marzo 2017, da Torino Porta Nuova, aspettando il treno diretto a Savona. Questa volta come mezzo di trasporto abbiamo optato per il treno, ritrovatosi più conveniente che andare in macchina. Arrivati a Savona abbiamo preso un taxi che dalla stazione ci portasse al palacrociere con 15 euro. Una volta al palacrociere ci siamo imbarcati in circa 15 minuti, rapidissimi, calcolando che in porto c’era anche Costa Pacifica.

Appena entrati in nave (nell’atrio maschera d’argento), abbiamo capito già subito che questa nave ci sarebbe piaciuta, in quanto ricca di opere d’arte barocca. Ci siamo recati al buffet, perchè le cabine non erano ancora pronte, ma nessun problema! Dopo mangiato hanno comunicato intorno alle 14:30 che le cabine erano libere. La cabina è bella, ma d’altronde molto simile a quelle delle altre navi Costa… la nostra era una premium con balcone, anche perchè ci incuriosiva il pacchetto bevande BRINDIAMO (compreso nel prezzo)  ritenutosi eccellente. Dopo l’esercitazione di emergenza abbiamo fatto un giretto per scoprire la nave. La cena (menù ligure) ottima e il giorno dopo ci aspettava l’escursione a Sorrento con la Costa.
Dopo mezza giornata di navigazione arriviamo in porto a Napoli intorno alle 14 e mezz’oretta dopo partiamo con il pullman in direzione Sorrento. La guida era un po’ noiosa, forse anche per le numerose lingue da ripetere, ma in qualsiasi caso a noi Sorrento non è piaciuta per nulla… Tornati dall’escursione piuttosto tardi, ci prepariamo per andare a cena con menù campano, anch’esso molto buono.
Il giorno successivo ci aspettava una visita guidata a Palermo; questa città mi ha assolutamente affascinato: ricca di storia, di cultura e d’arte… un gran complimento anche alla guida, veramente veramente brava e gentile. Finita l’escursione il solito pranzo ecc… questa sera il menù siciliano, come le altre sere, buono.
Il giorno successivo siamo stati a Malta, La Valletta, dove il tempo ci ha graziato, perchè subito piovoso ma successivamente è uscito un grande sole… Abbiamo visitato la città da soli, visitando i Giardini Barracca, meravigliosi, e la Co-Cattedrale di San Giovanni, che presenta l’unico quadro al mondo firmato da Caravaggio. L’entrata della cattedrale è un po’ cara (10 euro a testa) ma ne vale veramente la pena. Saliamo sulla nave perchè la Mediterranea parte alle 14. Dopo aver preso un po’ di sole sul ponte e bevuto un paio di cocktel, ci siamo recati in cabina. Questa sera c’è la serata in bianco, quindi tutti vestiti di bianco!
Il giorno dopo l’abbiamo passato tra sole e bagni in piscina, anche se l’acqua era un po’ freschetta… questa sera c’è la serata di gala, con il cocktail di bentornati (solo per i soci) del comandante (a mio parere non molto simpatico) e la cena di gala di Barbieri ritenuto anche quest’anno una gran delusione, soprattutto nei secondi piatti…
La penultima giornata l’abbiamo passata in escursione allo stadio del Barcellona e visita della città. La serata l’abbiamo passata ballando, la serata in maschera. Anche questa sera il menù pugliese era ottimo.
il giorno successivo a Marsiglia non ci siamo mossi dalla nave per via del brutto tempo e abbiamo colto l’occasione per fare qualche foto alla nave, in quanto l’ultimo giorno. Bellissima la serata italiana, come tutti gli anni e domani, a Savona ci toccherà sbarcare da questo piccolo grande gioiello.

In conclusione:
-ristorazione al buffet ottima (soprattutto carne e pesce)
-ristorazione alla cena in generale migliorata rispetto l’altro anno
-animazione spettacolare e divertente… molto simpatici
-anche nel teatro ho trovato miglioramenti rispetto l’altro anno, solo la serata GENTE DI MARE l’ho trovata un po’ ripetitiva
-un complimenti al direttore di crociera Eugenio Tripi, il migliore mai trovato
-pulizia eccellente.
E che dire… non vedo l’ora di tornare a bordo…  è stata una bellissima crociera!

1 Comment

  1. Sandro
    2 luglio 2017 at 12:34

    Gentili croceristi,
    il 25 giugno 2017, sono sceso dalla MSC Meraviglia nel Porto di Genova dopo una settimana di una terrificante crociera, della quale desidero segnalare quanto segue:

    BRACCIALETTO BAMBINI.
    I bambini di età inferiore ai 12 anni fin dall’imbarco sono dotati obbligatoriamente di un braccialetto ID, che dovrà essere indossato per tutta la durata della crociera.
    Nel momento in cui tale braccialetto ID viene indossato dal bambino, il genitore è costretto a firmare un apposito contratto impegnativo circa le condizioni di utilizzo del braccialetto, con il quale si accolla tutti i debiti per i servizi che il bimbo andrà ad acquistare quando è a bordo (… magari quando è da solo presso il junior club…).
    Ciò significa che appena il braccialetto viene indossato, il bambino ha la possibilità di acquistare tutti i servizi offerti sulla nave (ad esempio i videogiochi e le bevande)… salvo gli alcoolici….
    MSC viene incontro al cliente concedendo la possibilità di disattivare il braccialetto, MA solo recandosi presso la Reception, sobbarcandosi l’onere di fare, generalmente, lunghe file di attesa del proprio turno.
    Visto che il genitore esercita la patria potestà ed alla fine paga il conto, risulta evidente che si tratta di una TRUFFA bella e buona, dare la possibilità PER DEFAULT al bambino di utilizzare la carta.
    Il fatto che si possa inibirne l’uso, nulla cambia nel concetto.
    Il bello è che MSC fa credere al cliente che il braccialetto dev’essere indossato per sorvegliare il bambino a tutela della sicurezza dell’infanzia: peccato che il servizio sia a pagamento.
    Non solo, l’app “MSC FOR ME” utilizzata per controllare il bimbo, preventivamente da scaricare sul cellulare non sempre funziona (ma il personale, scusandosi, dice che funzionerà…ovvio)!
    Consiglio a MSC di mettere pure il braccialetto al bambino, anche se a mio avviso dovrebbe essere facoltà e non obbligo di indossarlo, MA comunque non lo attivi per default: se il genitore deciderà di attivarlo, potrà farlo quando lo desidera, recandosi alla reception!!

    MANCE.
    Ho dovuto chiedere ben tre volte l’esonero dall’addebito delle mance pari a € 10 per me e di € 5 per il bambino.
    Spesso quello che chiedi alle Reception non viene considerato e comunque bisogna sempre controllare quello che viene fatto sul tuo conto.

    CRUISE CARD BAMBINO.
    In sede d’imbarco nel porto di Genova il 18 giugno 2017 è stata consegnata solo a me la Cruise card.
    A mio figlio di otto anni è stato consegnato solo il “famoso” braccialetto ID (vedi il punto superiore) obbligatoriamente da attivare non appena salito a bordo.
    NESSUNO MI HA CONSEGNATO OPPURE DETTO, CHE ANCHE IL BAMBINO DEVE AVERE LA PROPRIA CRUISE CARD per potere, tra l’altro, scendere e salire sulla nave.
    Io l’ho capito solo quando, a Napoli, sono risalito sulla nave nel pomeriggio.
    Infatti ho dovuto sopportare lunghe attese con le relative arrabbiature e con diversi personaggi della sicurezza, che si sono relazionate successivamente con me per poter poi finalmente risalire a bordo della nave.
    Nonostante il relativo reclamo formulato a viva voce (!!!) per telefono alla Reception, per evitare la fila, ho dovuto recarmi alla Reception alle QUATTRO di mattina per potere finalmente avere la Cruise card per mio figlio e per potere scendere e salire a bordo.
    Visto che è stato un errore di MSC, e non un mio errore, perché ho dovuto andare alla Reception e fare la fila e non è stata MSC a portarmela in cabina? Oppure fare in modo tale da evitare la fila alla Reception?
    I “mi scusi tanto”… gli “I apologise”… sentiti dalla Reception, non servono a nulla: io ho comprato una crociera a cinque stelle!!
    Ma la Cruise card non la dovevo trovare in cabina? (Vedi foto relativa il video on board).

    UNICEF. Premesso che dietro mia richiesta mi è stato stornato, non trovo corretto l’addebito di un euro pro Unicef per me e per mio figlio.
    Perché a favore dell’Unicef e non di Emergency e perché di 1 euro e non di 5?
    Perché MSC si permette di mettermi le sue mani nelle mie tasche?
    Perché bisogna sempre controllare i conti e quindi rivolgersi alla Reception, fare la fila, per fare valere i propri diritti?

    GUEST RELATION MANAGER.
    In data 22/06/2017 recandomi alla Reception e parlando con Irina Khaeva, viste le molteplici e frequenti claims, ho chiesto un appuntamento con il Guest Relation Manager (GRM).
    Mi è stato risposto che non sapeva se il GRM avesse avuto tempo per darmi un appuntamento.
    Dietro mia richiesta di riscontro, mi ha detto che avrei ricevuto una risposta scritta nella mia stanza circa l’accettazione della mia richiesta di incontro.
    Guarda caso, solo il pomeriggio prima dello sbarco a Genova del 25/06/2017, sono riuscito a parlare con il ASSISTENT Guest Relation Manager.
    Non era il GRM, ma era … l’ultimo pomeriggio (per fortuna) di permanenza sulla nave…
    La persona mi ha ascoltato, ha scritto molto circa quello che le ho detto… ma tutto finisce lì.
    Tanto… il giorno dopo sarei sceso…

    DISPENSER SAPONE.
    Il Dispenser del sapone si è rotto fin dal secondo giorno ed ho dovuto attendere due giorni per la sua riparazione.
    Attenzione, in quanto mi è “partita la molla” del bottone… per fortuna che non ha colpito nessuno.
    Nota bene che il dispenser è fatto in plastica e non è assolutamente funzionale ed adatto al suo compito.

    ADDEBITO BEVANDE.
    In più occasioni mi sono state addebitate delle bevande effettivamente non consumate, come nei giorni 22/06/2017 (stornate dietro mio reclamo) e 23/06/2017 (lo storno è avvenuto solo dietro richiesta formulata all’Assistant di cui sopra… il giorno prima di scendere).

    PACCHETTI BEVANDE.
    Attenzione ai pacchetti bevande!
    Anche se avete ancora a disposizione delle bevande incluse nel pacchetto, e nonostante il fatto che glielo avete fatto osservare al cameriere che annota l’ordine (!!!), l’importo della bevanda ordinata vi può venire addebitato ugualmente sul conto, come è successo il 22/06/2017.
    L’addebito di bevande già incluse nel relativo pacchetto bevande, dovrebbe essere automatico.
    Ad esempio, se compro il pacchetto birra da 14 birre, quando compro una birra poi ne avrò a disposizione 13 (una di meno), senza alcun addebito sul conto, tutto in automatico!!
    Inoltre, non è possibile vedere dalla smart TV in stanza il numero di bevande che si possono ancora prendere, in quanto incluse nel relativo pacchetto.

    SALDO CONTO VIDEO STANZA.
    Attenzione: la Reception mi ha detto, e mi è stato poi confermato dal GRM, che il saldo del conto che si vede a video nella propria stanza non è detto che sia il saldo effettivo che risulta alla Reception.
    Questa situazione, ovviamente, alimenta il clima, la situazione, di insicurezza, di incertezza, di precarietà circa gli addebiti che vengono effettuati da MSC sul conto del cliente.

    CONSEGNA CRUISE CARD CAMERIERE.
    La Reception ed il Manager di sala mi hanno detto che ai camerieri, sia del buffet che del ristorante, NON devono essere consegnata la Cruise card, salvo che per il relativo addebito sugli appositi strumenti in loro possesso.
    Cioè il cameriere non si deve allontanare dal tavolo del cliente con la Cruise card del cliente.
    Questo perché il cameriere può ritornare al tavolo anche dopo mezz’ora dall’ordine (situazione effettivamente successa… a momenti morivo di sete), ed il cliente nel frattempo rimane senza la carta.
    Inoltre, il cliente può essere in giro per il buffet a prendere gli alimenti per il pranzo.
    Il tutto va considerato all’interno di una situazione nella quale ci possono essere anche più di un migliaio di persone con il relativo iper affollamento degli spazi.
    Non solo… e se devo accompagnare il bambino in stanza, come faccio ad entrare in cabina senza Cruise Card, visto che ce l’ha il cameriere??

    SPAZI COMUNI.
    Gli spazi comuni in proporzione al popolo della crociera, è assolutamente insufficiente!
    Intendo dire i metri quadrati pro persona di spazi comuni, in particolarmodo destinati alla piscina, piuttosto che… al ping pong…
    Il giorno di navigazione Malta – Barcellona è meglio rimanere in stanza.
    La piscina è sovraffollata, c’è una calca impossibile da affrontare!

    QUINDI, IN ULTIMA ANALISI, HO FATTO UNA CROCIERA TERRIFICANTE: NON VEDEVO L’ORA DI SCENDERE A GENOVA, SCAPPARE DA UN VERO E PROPRIO SEQUESTRO DI PERSONA.

    IL TUTTO NELL’ASSOLUTO SILENZIO DI MSC.

    UNA VERA CATASTROFE PER ESSERE UNA CROCIERA A CINQUE STELLE!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The Author

Recensioni Crociere

Recensioni Crociere

INVIA la tua recensione al link:
www.videonavi.it/sito/scrivere-recensione-crociera/

Le recensioni e le opinioni di crociera inviate dai lettori di Videonavi.