OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La Regione Sardegna intende fare ricorso contro la privatizzazione di Tirrenia, che al momento vede come unica acquirente la Cin (Compagnia italiana di navigazione).
L’assessore ai Trasporti Christian Solinas invoca l’articolo 14 dello Statuto sardo (legge costituzionale a tutti gli effetti) che prevederebbe il passaggio della compagnia o almeno di una sua pare alla Regione. “La flotta sarda e’ solo un passaggio, un punto di partenza e non di arrivo. L’orizzonte vero si chiama Tirrenia, con il suo patrimonio di naviglio e i contributi destinati al servizio pubblico: 72 milioni per otto anni. E’ lo Stato ad aver sbagliato: prima di avviare qualsiasi procedura avrebbe dovuto coinvolgere la Sardegna nelle scelte”.
Se la Regione Sardegna non sarà inclusa nelle trattative procederà con il ricorso, anche se una prima battuta d’arresto dovrebbe arrivare già dall’Authority per la concorrenza che sta indagando sul cartello fra gli armatori.
Chissà cosa ne penseranno le varie compagnie private che già si sono ampiamente lamentate della nascita della flotta sarda?
Intanto gli unici a rimetterci sono gli utenti che stanno vivendo grandi difficoltà e disagi per raggiungere le mete vacanziere sulle coste sarde.

Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
marco barsotti
9 anni fa

Sti sardi han decisamente le palle. Complimenti.

Unica cosa i soldi da chi vengono esattamente ? Da imprenditori privati (come la Anek greca che e' di Creta) o dallo stato ?