Ormai è solo questione di giorni. Una settimana o poco piu. Di certo, entro la fine del mese, la Regione Toscana procederà all’affidamento definitivo di Toremar. La società di trasporto pubblico regionale cambierà bandiera e armatore. Entrerà nel gruppo di trasporto marittimo che fa capo a Vincenzo Onorato, come dire Moby Lines, aggiudicatario, sia pure da qualche mese e in modo provvisorio della gara.

 Per la firma del contratto ci sarà da aspettare ancora un pò di tempo per meglio comprendere le motivazioni del giudizio di merito espresso dal Consiglio di Stato che aveva respinto la richiesta di sospensiva del Tar.

 Ma, è solo, almeno così pare, una formalità burocratica. Occorrerà, insomma, capire il perchè è stato rigettato il ricorso della Toscana di Navigazione sulla privatizzazione della Toremar dopo il pronunciamento del Tar.

 Un iter legato proprio alla procedura di affidamento della gara con la quale la Regione Toscana cederà la compagnia e al contempo assegnerà, per i prossimi dodici anni, i servizi di continuità territoriale con le isole.

 La cordata capitanata da Lauro, esclusa dalla gara per presunti errori nella formulazione dell’offerta, sosteneva di dover essere riammessa poiché la propria offerta era ricalcobile in base a quanto previsto dal bando.

 Il Consiglio di Stato aveva escluso questa possibilità.

 I tempi tecnici necessari per le verifiche amministrative sono slitttati di alcune settimane. Questione di giorni comunque poi il decreto che aggiudicherà definitivamente l’ex consociata Tirrenia alla Moby di Vincenzo Onorato verrà fatto. Dopo di che sarà necessario attendere i termini di legge per la presentazione di eventuali osservazioni o nuovi ricorsi nei confronti del provvedimento. Comei dire alcune settimane. Indicativamente entro novembre l’Elba assisterà al passaggio di consegne della compagnia pubblica al nuovo proprietario.

 Un percorso che dovrà essere parallelo alle disposizioni dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato.

 Quelle cioè che escluderanno la determinazione di una posizione dominante da parte di Moby.

 Le indicazioni dell’Antitrust, che ha indicato la cessione da parte di Moby di un massimo di 6 slot a compagnie concorrenti che ne faranno richiesta e lo scambio di fasce orarie di servizio tra la stessa compagnia di Onorato e le altre società che operano o opereranno sulla tratta Piombino-Elba

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti