Non ho più scritto riguardo la Costa Concordia. Non l’ho fatto non per scarso interesse (come potrete immaginare l’interesse per questo argomento è alle stelle) ma per il fatto che vi è un susseguirsi di vicende poi puntualmente smentite. Purtroppo si è fatto di questo incidente un “caso mediatico”. Bruno Vespa che per giorni occupava la sua “Porta a Porta” con il plastico della Concordia, Le trasmissioni che sembra abbiano pagato attori per fingersi “sopravvisuti al naufragio” (Striscia ha smascherato proprio ieri alcuni di questi…).
Fino ad arrivare al video che il Tg5 ha trovato apparentemente dal nulla. Il video in questione dovrebbe far vedere tutto quello che è accaduto sul ponte di comando da pochi minuti dopo l’impatto fino a quando le prime scialuppe sono state calate.
Il cameraman è un membro dell’equipaggio, poi successivamente identificato. Sembrava che fosse la svolta, tutta la verità sull’accaduto.. Ma.. C’è il ma.. Adesso pare che anche questo video non sia autentico ma sia stato manomesso.

Seconda parte andata in onda…

Tralasciando le questioni in sospeso e spostando l’attenzioni su quelle certe (si spera…), siamo ad un mese dal responso definitivo su come rimuovere il relitto del Costa Concordia.
E’ quanto ha annunciato il ministro dell’Ambiente Corrado Clini alla Camera. Le soluzioni possibili dovranno pervenire entro il 3 marzo, da qui poi il tempo necessario per valutare le ipotesi e passare all’atto pratico.

Già il 31 gennaio, Costa Crociere ha fatto che sapere che per quanto la riguarda, la Concordia non è idonea ad un eventuale recupero per navigare. Ora si tratta “solo” di convincere della perdita totale le assicurazioni…
Per ora procedono le operazioni di svuotamento dei serbatoi della nave…

1 Comment

  1. Anonymous
    16 Febbraio 2012 at 20:24

    Siamo in Italia come al solito non sapremo mai la verità!!!!!!!!!!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The Author

Admin Videonavi

Admin Videonavi

Sono nato nel 1988 nella provincia di Torino. Appassionato di navi fin dai primi anni di vita, dal 2009 ho deciso di condividere con il popolo del web il mio interesse, costruendo giorno dopo giorno un sito che possa essere utile a chi decide di navigare, per vacanza, per lavoro o per passione. Mi sono occupato per molti anni della creazione di contenuti multimediali (video, web e grafica). Oggi lavoro nel turismo.