Costa Diadema
Un rendering del ristorante della futura Costa Diadema

Mentre a Grosseto cresce l’attesa per la ripresa del processo per il naufragio della Costa Concordia, a Marghera si temono ripercussioni legali dopo le richieste delle parti civili che vorrebbero il sequestro della Costa Diadema, che è in fase di realizzazione nei cantieri navali di Marghera (Venezia): su questo punto il giudice si è riservato la decisione rinviando di sette giorni durante i quali le parti possono presentare le loro osservazioni.

La difesa di Francesco Schettino, invece, sta valutando l’opzione di una richiesta di giudizio abbreviato condizionato ad alcune integrazioni probatorie fra cui una perizia da svolgersi in mare aperto con la Costa Serena, nave gemella della Costa Concordia.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti