ESPERIENZEIN CROCIERAMinicrociere

Recensione Capodanno a Nizza con Corsica Ferries (2014)

capodanno nizza corsica ferries

Per il secondo anno consecutivo ho avuto la fortuna di poter brindare al nuovo anno a Nizza, in Costa Azzurra. Ed è stato tutto ancora più bello… Ma andiamo con ordine, voglio raccontarvi la mia esperienza a bordo della Corsica Victoria nel dettaglio.

crociera-capodanno-nizza-giorno-1Tutto ha avuto inizio a Vado Ligure, al terminal Corsica Ferries. Ho deciso di arrivare con largo anticipo, in quanto il gruppo di Videonavi era composto da 15 persone e mi faceva piacere essere già al porto man mano che gli ospiti arrivavano. Il 31 ho anche avuto il piacere di conoscere dal vivo Gerry, che è arrivato in treno alla stazione di Savona.

Al check-in (che è iniziato alle ore 16) si è formata una lunga coda, molti sono arrivati presto e hanno scelto di mettersi in fila. Altri invece si sono accomodati al bar della compagnia. L’atmosfera già da questo momento è stata di festa. Le persone erano tutte felici, vestite bene e si avvertiva il tipico clima vacanziero da crociera.

L’imbarco, che doveva avvenire alle 18, è iniziato un pò in ritardo… Tantissimi erano i passeggeri a piedi e davvero tante le auto. Addirittura sono stati utilizzati i garages superiori della nave, oltre a quello principale. Infatti al momento di salire con l’auto si doveva decidere se parcheggiare sopra (e quindi non poter più utilizzare l’auto fino al rientro a Savona) oppure parcheggiare al piano di sotto (che comportava però lo sbarco dell’autovettura la mattina seguente, all’arrivo a Nizza).

La mia sorpresa, già all’arrivo a Vado Ligure, è stata vedere quanti ragazzi e ragazze giovani avevano prenotato per questo capodanno. Una clientela varia che ha reso questi tre giorni… unici. Una volta saliti a bordo ci siamo sistemati nelle nostre cabine, tutte all’Amethist Deck (ponte 9). Abbiamo avuto il tempo di disfare le valigie, fare una doccia e scendere al Cosy Bar per fare il primo aperitivo a bordo per poi accomodarci nel salone ristorante per la prima cena servita al tavolo. Il menù è stato contenuto nelle portate ma elegante nella presentazione dei piatti, gustoso e facilmente digeribile allo stesso tempo. prima cena capodanno crocieraIl Comandante, la sera del 30, ha deciso di posticipare la partenza al termine della cena, per permettere ai passeggeri di uscire alla fine del pasto per gustarsi la manovra. E così è stato. Il nostro capo animatore, nel palco centrale in mezzo al ristorante, ha comunicato che “…a causa di un accoppiamento di balene proprio davanti al porto” saremmo partiti 40 minuti dopo. 🙂 La Corsica Victoria ha mollato gli ormeggi alle 22,40, in direzione Nizza! Al Cosy bar, poco dopo aver lasciato il porto di Vado Ligure, è iniziato lo spettacolo di Leonardo Fiaschi (presentato da Roberto Cipriani), comico che nell’ultimo anno abbiamo visto finale a Italia’s Got Talent e successivamente a Colorado nei panni di Gordon Ramsay e molti altri personaggi. Un’ora e mezza di risate, di canzoni cantate con il pubblico (ha interpretato Gianna Nannini, Max Pezzali, Biagio Antonacci e molti altri…) nella partecipazione totale dei fantastici passeggeri che erano a bordo. leonardo fiaschi crocieraLa serata è poi proseguita sia al Cosy Bar (con musica dal vivo e balli) sia in discoteca, al ponte 2, con musica commerciale. Una discoteca gremita di persone che avevano in mente solo una cosa: divertirsi e salutare il 2013 che stava finendo, nel migliore dei modi. crociera-capodanno-nizza-giorno-2crociera capodanno corsica ferries La mattina del 31 la Corsica Victoria ha attraccato a Nizza alle 8. Alcuni passeggeri sono sbarcati con l’auto per dirigersi verso Montecarlo e altre località vicine. Altri, come noi, hanno preferito dormire un pò di più e scendere più tardi. La colazione a buffet nel salone principale era disponibile fino alle 9,30 ma per chi arrivava dopo veniva servita al Cosy Bar seduti al tavolo. Viste le feste serali l’ho trovata un’ottima cosa. La Costa Azzurra ci ha regalato una giornata splendida. 18 gradi al sole, una promenade stracolma di persone, un centro interamente addobbato con giochi di luci, mercatini di natale, polizia a cavallo, artisti di strada… nizza corsica ferries crociera

All’uscita della nave, dentro al porto, una navetta gratuita è stata a nostra disposizione per entrambi i giorni. Comodissima perchè ogni 10 minuti accompagnava i passeggeri all’inizio della promenade, risparmiando così i dieci minuti a piedi della via del porto.

Noi siamo scesi al mattino e siamo andati un pò in spiaggia a godere del bel sole. Siamo poi rientrati per pranzo, a buffet, con antipasti, primi, secondi, dolci e frutta. Per poi riscendere nel pomeriggio e rientrare prima di cena…

Giungiamo così alla sera del 31 dicembre, la notte più entusiasmante e divertente. Alle 20 l’appuntamento era al Cosy Bar per gli auguri con il Comandante e gli ufficiali. A seguire l’apertura del cenone nel salone ristorante. A luci soffuse e colorate, pieno di addobbi, con le candele accese. Un’atmosfera davvero magica.

aperitivo crociera corsica ferries

L’apertura del cenone sulle note dei Pirati dei Caraibi, la presentazione dei piatti con tutti i camerieri. Effetti di luci e fumo… E gli ospiti emozionati e divertiti. Il cenone poi si è svolto intervallando balli e portate, per tutta la sera, fino al momento della mezzanotte, accolta con un countdown sincronizzato con le altre navi della Compagnia sulle quali c’erano le altre minicrociere in Sardegna, in Corsica e in Toscana.

cenone crociera capodanno corsica ferriesLa Gazza Ladra ha fatto da colonna sonora al momento della mezzanotte, dei brindisi, e su invito del capo animatore Roberto, tutti si sono salutati dandosi due baci. Come in una grande famiglia. Da qui è stato un continuo ballare e divertirsi fino a notte fonda… Il remix di canzoni anni 70-80 e recenti del bravissimo Roberto ha fatto divertire grandi e piccini, tutti uniti a ballare insieme. La serata è poi proseguita in discoteca (per noi) mentre per chi preferiva balli di coppia, al Cosy Bar. cenone capodanno crociera

crociera-capodanno-nizza-giorno-3 Il giorno seguente, l’1, la navetta era ancora a nostra disposizione per scendere a terra. La nave è ripartita alle 11,30 in direzione Vado Ligure. Anche in questa giornata abbiamo fatto colazione e pranzo a buffet. Nel pomeriggio lo spettacolo di arrivederci ha unito ancora una volta tutti i passeggeri, al punto che sono state portate delle sedie del ristorante al Cosy Bar da quante persone c’erano!! La crociera si è conclusa alle 17 con uno sbarco molto “soft”, senza dover liberare le cabine in anticipo e senza fretta.

pranzo buffet corsica victoriaLe mie considerazioni personali. Quest’anno la Compagnia delle navi gialle ha deciso di vendere queste crociere a prezzi promozionali, molto competitivi. Nonostante ciò quello che è stato offerto a bordo era qualitativamente parlando, molto alto. Il cibo è stato ottimo, il servizio anche. Il personale è stato gentilissimo e disponibilissimo.

Tranne per mia sfortuna una cosa (che purtroppo non è stato risolta) riguardante la mia cabina. Dopo aver patito molto freddo la prima notte, il 31 sono sceso in reception e ho parlato con il cabinista del mio piano più volte per chiedere l’intervento di un tecnico in cabina. La manopola del bocchettone dell’aria era bloccata, così non avevo la possibilità di chiudere il flusso di aria fredda che continuava ad entrare. Dalla cena in poi, lo ammetto, non mi sono più interessato alla cosa e ho avuto freddo anche la seconda notte. Un mio vicino di cabina, invece, alle 2 di notte aveva i tecnici in cabina che gli hanno risolto il problema.

Altri interventi invece sono stati effettuati all’istante, come un ospite che ha rotto la scheda dentro alla porta  della cabina al quale hanno sostuito dopo 15 minuti l’intero nottolino della porta!

In conclusione tengo a precisare che questa non è una nave da crociera, è un (bel) traghetto. Questo per dirvi che non ci si deve aspettare lo sfarzo e la grandiosità delle navone dei colossi crocieristici. Allora perchè fare un’esperienza come quella che ho provato? Beh vi posso dire che sulle navi da crociera si è inseriti in una realtà da 3000 persone alla volta e noi finiamo per essere un numero di cabina. Qui, come in una grande famiglia (di massimo 500 persone in tutta la nave), siamo persone e vi posso assicurare che iniziano a chiamarvi con il vostro nome poco dopo l’imbarco… E per chi lavora e non può prendere un’intera settimana di ferie (e spendere cifre considerevoli) tre giorni sono perfetti. Provare per credere! Ci vediamo l’anno prossimo?

Vi lascio con il video e con le foto, così che possiate vedere con i vostri occhi quello che vi ho raccontato!

SE VUOI SCRIVERE UNA RECENSIONE DI CROCIERA CLICCA QUI!

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti