RECENSIONI CROCIERE

Recensione Crociera sulla Allure of the Seas

Sono felicissimo di poter condividere con voi questa esperienza che mi hanno mandato Mirko e Patrizia. Preparandoci all’arrivo di Oasis e Allure of the Seas nel Mediterraneo, possiamo iniziare a gustarcele leggendo della loro crociera! Grazie Mirko, grazie Patrizia!
Ciao a tutti, siamo qui per raccontarvi la nostra stupenda esperienza a bordo di Allure of the Seas.
Prima di iniziare a scrivere voglio precisare alcune cose. Questa per noi era la prima volta a bordo di una nave della compagnia Royal Caribbean. La seconda è che per noi era la prima volta in assoluto in crociera.
Eh si, infatti questa è stata la ciliegina sulla torna del nostro viaggio di nozze.
Dopo aver passato 15 giorni tra New York e Orlando, abbiamo come ultima meta scelto di fare la crociera.

Quello che andrete a leggere non è un diario di viaggio ma voglio , cercando di essere il più preciso possibile , esporvi un resoconto di questa bellissima avventura.
Il tutto nasce a Giugno 2013, quando io e la mia futura moglie decidiamo di aprire la nostra lista nozze in agenzia (vogliamo ringraziare Barbara che ha fatto un lavoro meraviglioso), abbiamo le idee molto chiare: prima New York, secondo Orlando e la terza Oasis of the Seas.
Prenotiamo praticamente tutto dando la priorità alla crociera, e a Novembre abbiamo praticamente tutto confermato.
A pochi mesi dalla partenza (circa febbraio) vengo a scoprire che la nave che ci porterà ai Caraibi non sarà la Oasis ma bensì la sua “quasi gemella” Allure (dico quasi per Allure è lunga 5cm in più), quindi in poche parole la nave da crociera più grande del mondo!

allure of the seas 2

Bene ma iniziamo la recensione. Una volta che otteniamo il numero di prenotazione, andiamo sul sito Royal Caribbean e pianifichiamo la crociera. Ci limitiamo a eseguire solo il check in online in lingua italiana e stampiamo i documenti di viaggio necessari.
Giunti a Port Everglades in taxi (Barbara ci ha trovato un meraviglioso hotel a soli 2 km dall’imbarco) lasciamo ad un addetto Royal le nostre valigie e , come ovunque in USA, la classica mancia.
Il personale interno ci indirizza verso il banco che corrisponde al nostro ponte (il numero 8 nel nostro caso) e in pochi minuti ci da la nostra SeaPass, ovvero la carta elettronica che serve da chiave per la cabina e spese. Ci registra la carta di credito e scatta la foto che gli agenti di sicurezza vedranno a bordo ogni volta che scenderemo o saliremo dopo le escursioni. La cosa che più mi ha colpito è che l’addetta si è scusata tantissimo, era in imbarazzo, per il fatto di non avere il planner della crociera in italiano. In tempi rapidissimi ci fanno accomodare nel salone di attesa e dopo circa 15 minuti saliamo a bordo.

allure of the seas cabina
Le cabine ci vengono consegnate alle ore 13, con tutte le valigie davanti la porta (anche se la nostra valigia principale con gli abiti estivi arriverà verso le 18). La cabina è stupenda. Ponte 8 con balcone vista Oceano (beh in viaggio di nozze qualche sfizio bisogna toglierselo), l’addetto, il cui nome purtroppo ci sfugge, è molto simpatico e venuto a sapere che siamo italiani ci fa avere ogni giorno il Cruise Compass in italiano.
La ristorazione a bordo è di eccellente qualità. La prima sera presso il ristorante di bordo Adagio il nostro cameriere Antonio ci chiede la nostra preferenza sulla lingua del menu, inglese o spagnolo, gli rispondiamo italiano e dalla sera successiva lo troviamo quasi sempre.
Anche Tyron , il cameriere indiano molto simpatico,che troviamo sia la sera che a colazione presso il Windjammer Marketplace ci fa sentire molto a nostro agio. Il Windjammer Marketplace si trova al ponte 16 e potete trovare veramente di tutto, le postazioni dove è collocato il cibo sono a forma circolare così per evitare lunghe code. Le possibilità di mangiare e bere (sia gratis che a pagamento) a bordo della nave sono tantissime, per essere precisi 20, e si dividono tra bar e ristoranti.

Royal Promenade, Central Park, Boardwalk, Pool and Sport Zone, Vitality e Fitness Center, Entertainment Place e Youth Zone sono le aree comuni a bordo nave.

La lingua non è mai stata un problema, ma per qualsiasi cosa ad orari stabiliti che trovate sul Cruise Compass ci sono i cosiddetti Ambasciatori Internazionali (nel nostro caso Marcos e Nuno) mentre in cabina nella tv interattiva trovate le informazioni in italiano.
Gli spettacoli a cui abbiamo assistito sono stati solo due, ma entrambi bellissimi. Il primo è Oceanaria, uno spettacolo di tuffi eseguito da bravissimi acrobati che eseguivano acrobazie davvero mozzafiato eseguiti nell’Aqua Theatre, un anfiteatro a poppa con capienza di 735 posti. Il secondo presso l’Amber Theatre è stato Chicago The Musical, una della produzioni di punta di Broadway.

Verso la fine della crociera abbiamo assistito alla Disco Inferno Street Party con danze e balli anni ’70 e alla DreamWorks Parade con oltre 70 artisti che danno vita ai personaggi più famosi dell’omonima casa di produzione. Royal Caribbean infatti ha stretto una partnership con DreamWorks e ospita i suoi personaggi a bordo.
Su ogni ponte della nave sono presenti pannelli touch screen che funzionano come mappa, lettura Cruise Compass, affluenza locali e altre cose molto interessanti. Sono presenti inoltre numerosi Kiosk in cui basta strisciare la vostra SeaPass e digitando il numero della cabina comprensivo del ponte si può accedere al vostro conto spese, appuntamenti, spettacoli, escursioni ecc ecc tutto comodamente stampabile. Inoltre in cabina la TV interattiva vi permette di prenotare spettacoli, escursioni o tavoli nei vari ristoranti a pagamento.

Per quanto riguarda la escursioni noi ci siamo fatti consigliare dagli Ambasciatori Internazionali e abbiamo deciso di fare escursioni mirate. A Labadee ci siamo rilassati sulla spiaggia, dato che è di proprietà di Royal abbiamo trovato qualsiasi cosa che ci piacesse. In Giamaica abbiamo optato per un giro turistico con guida (purtroppo in inglese) verso Montago Bay. Mentre a Cozumel in Messico sono riuscito a convincere mia moglie e ci siamo fatti una nuotata con i delfini. Comunque in tre scali ci sono quasi 160 possibili escursioni da fare.

Finita la crociera lo sbarco avviene in più modalità.
La sera prima ci vengono lasciate le etichette adesive da porre sulle valigie una volta messe fuori dalla porta.
Noi invece abbiamo usato la Partenza Express ovvero abbiamo lasciato la nave poprtando via noi le valigie dato che avevamo il transfer verso Miami privato. Questa possibilità è prevista dalle ore 6:30 fino alle 7:30 del mattino.

Che altro dire,la nave ha due enormi pareti da arrampicata una pista da jogging che corre tutto intorno alla nave (unica pecca è la collocazione al ponte lance dove di fatto è impossibile la vista del mare). I fotografi sono “ovunque” sulla nave e anche nei vari scali ma sempre molto gentili e mai invadenti.

Diciamo per concludere che eravamo partiti molto titubanti visto che era la nostra prima crociera invece ci siamo ricreduti per la raffinatezza la qualità del cibo e la cordialità del personale di bordo.
Non ci sono aggettivi per descrivere la qualità degli spettacoli,
e il tempo a bordo è passato molto velocemente purtroppo.

Nessuno credo sia rimasto insoddisfatto e credo che un’esperienza cosi sia da ripetere. Se proprio mi devo sforzare a trovare un difetto forse è la troppa velocità nel servire le pietanze, fatto molto strano dato che il ristorante si chiamava Adagio (perdonatemi la battuta).

Se volete un consiglio andate a prenotare un crociera a bordo di una nave di classe Oasis non ve ne pentirete.
Un saluto

Mirko e Patrizia

 

GUARDA ANCHE IL NOSTRO REPORTAGE A BORDO (foto e video)

2 Comments

  1. 28 Settembre 2015 at 22:38

    Grazie Alby per la tua opinione!

  2. 28 Settembre 2015 at 22:32

    Nave stupenda, fortunatamente pochi gli italiani, e quei pochi sono i più maleducati e caciaroni, passano le code al buffet , parlano agli spettacoli, e questo è il minimo. .Ottima la cucina, forse un po ripetitiva per un pubblico non Americano, ma il resto è tutto ok. .

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The Author

Recensioni Crociere

Recensioni Crociere

INVIA la tua recensione al link:
www.videonavi.it/sito/scrivere-recensione-crociera/

Le recensioni e le opinioni di crociera inviate dai lettori di Videonavi.